BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

DIMISSIONI BERLUSCONI/ 3. Sallusti: il vero sconfitto dall'asse Draghi-Monti? E' Tremonti

Foto AnsaFoto Ansa

Al momento non ha motivi di andare in galera, dal momento che non pende sul suo capo alcuna condanna.

Sì, ma è sotto processo. Escluderebbe un accanimento giudiziario?

In effetti, questo potrebbe essere uno dei motivi per cui qualcuno sta festeggiando più del dovuto…

Siete contrari al governo tecnico. Ma allora come si evita, nell’immediato, il default?


Non credo che l’Italia rischi la bancarotta. Questo è quanto vogliono farci credere. Abbiamo una situazione completamente diversa da quella greca, da quella spagnola e pure da quella argentina.

Eppure, i tassi di rendimento rischiano di continuare a sfondare la soglia del 7%. Se le banche italiane devono far concorrenza allo stato emettendo bond altrettanto convenienti, non potranno più prestare soldi a famiglie e imprese.

Bisogna capire per quanto tempo lo spread potrebbe essere così alto ma, soprattutto, chi è che lo tiene così alto. Ora: siccome quello che farà Monti è più o meno quello che avrebbe potuto fare anche Berlusconi, mi chiedo: perché se c’è Monti il mercato si fida e lo spread diminuisce? Sono convito che il mercato, a questo punto, possa tranquillamente fidarsi anche delle elezioni. Esattamente come in Spagna.

(Paolo Nessi)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
12/11/2011 - hai perfettamente ragione (Luca Battanta)

Caro direttore ti do ragione e ti stimo molto. Oggi ho ascoltato le parole tue al teatro Manzoni in merito a Monti e ai suoi rapporti con le banche d'affari. Sul discorso dell'accanimento giudiziario su Berlusconi dopo l'accanimento,cioè che scandivano i manifestanti davanti al Quirinale "galera" "galera" non mi sembrano un buon presagio.