BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CONSULTAZIONI/ Qui Udc, la Binetti: Monti faccia sviluppo, famiglia, riforma elettorale

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Pier Ferdinando Casini  Pier Ferdinando Casini

Dovrebbe evitare di identificare il proprio ruolo di amministratore esclusivamente con la politica dei tagli. che porta a tagliare in modo indiscriminato oppure a tagliare in modo falsamente egualitario, con i cosiddetti “tagli lineari” senza tener conto delle diverse specificità, che possono essere i giovani, le famiglie o gli anziani. Inoltre questo programma non deve permettere che scuola, università e ricerca siano le “Cenerentole” d’Italia, perché il futuro di un Paese passa dalla ricerca, dall’educazione e dalla formazione. La terza cosa che deve essere poi evitata è toccare i cosiddetti “temi sensibili”, e su questo è bene che il governo non metta mano.

Come vede lo stato di avanzamento dei lavori del progetto di Terzo Polo?

In questi ultimi mesi, proprio la situazione drammatica in cui tutti siamo incappati ha obbligato il Terzo Polo a moltiplicare le occasioni di incontro, di scambio e di collaborazione. Il Terzo Polo ha però appena cominciato, ma scommettiamo su un progetto di unità all’interno, perché altrimenti non avrebbe senso pensare, dal mio punto di vista, all’Unione di Centro come un grande partito che si candida con pari dignità degli altri al governo del Paese. Per arrivare a questa prospettiva è necessario che impariamo all’interno del Terzo Polo a costruire aree di convergenza forti su valori chiaramente definiti.

Che ruolo avrà secondo lei l’Udc?


Questo bisognerà vederlo, perché si tratta di cose che maturano sul campo. L’Udc ha una grande tradizione alle spalle, ma è necessario ancora vedere quanto crescerà, come ognuno degli schieramenti si conquisterà il consenso popolare, e fino a che punto questo consenso diventerà di Polo o identitario all’interno del Polo. Mi auguro comunque che l’Udc, fatto di storia, cultura e tradizione, resti il partito leader.

(Claudio Perlini)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.