BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

GOVERNO MONTI/ Chi è Andrea Riccardi, il ministro della Cooperazione Internazionale e Integrazione

Pubblicazione:

Andrea Riccardi (Foto Imagoeconomica)  Andrea Riccardi (Foto Imagoeconomica)

L’impegno sociale di Andrea Riccardi ha inizio il 7 febbraio 1968, quando si incontra con alcuni ragazzi in Santa Maria in Vallicella, la chiesa cinquecentesca dove si trova la cappella di san Filippo Neri. E’ il primo nucleo da cui si svilupperà la Comunità di Sant'Egidio. Il Concilio Vaticano II si è concluso da appena tre anni ed è un momento di grandi trasformazioni sociali del mondo e della Chiesa.

 

Come raccontato dallo stesso Riccardi nel libro “Sant’Egidio, Roma e il mondo”, “io avevo soprattutto l’idea che il mondo dovesse cambiare, che fosse necessario interrogarsi sul modo di cambiarlo, che bisognasse inventare il futuro, cambiare le regole del gioco. Il discorso del 1968 era soprattutto questo. Allora ho preso coscienza di un cambiamento in atto, qui in Italia, in Francia, in America. C’era qualcosa che mi interessava, che mi inquietava. Infatti, è in mezzo a questa crisi generazionale che c’è stata la scoperta del Vangelo, una scoperta che ha fatto nascere in me un senso critico nei confronti delle ideologie e dei sistemi ideologici in genere. Ecco cosa è stato il Sessantotto - soprattutto per me. Pensavo che bisognasse cambiare l'uomo. In questo senso cominciai a leggere con insistenza il Vangelo, e poi la Bibbia”.

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.