BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LISTA MINISTRI MONTI/ Chi è Corrado Clini, il nuovo ministro dell'Ambiente

Al ministero dell'ambiente è stato oggi nominato il direttore generale del ministero stesso, Corrado Clini. Il suo impegno dichiarato a partire là dove ha lasciato il precedente ministro

Corrado Clini, foto Ansa Corrado Clini, foto Ansa

Da 25 anni al ministero dell'Ambiente, attualmente direttore del dicastero dal 1990, Corrado Clini sembra sulla carta l'uomo giusto al posto giusto. Nelle sue parole di saluto dopo la nomina ha detto di voler cominciare da dove il precedente ministero ha lasciato: "C'è un calendario di impegni, obblighi derivanti da direttive europee su cui lavorare. Non vedo segni di discontinuità, ma dobbiamo lavorare molto di più. L'impegno del governo Monti è elevato". Clini si dichiara un servitore dello Stato pronto a fare il suo dovere. Nato a Venezia il 17 luglio 1947, è laureato in medicina e chirurgia: nel 1975 prende il diploma di specializzazione in Medicina del Lavoro presso l'Università di Padova e, nel 1987, quello di specializzazione in Igiene e Sanità Pubblica presso l'Università di Ancona. Dal 1978 al 1990 è stato Direttore sanitario del Servizio Pubblico di Igiene e medicina del Lavoro di Porto Marghera (Venezia). Dal 1992 al 1998 è stato Professore presso l'Università degli Studi di Parma nel Dipartimento di Scienze Ambientali. Dal 1991 al 2011 è stato Direttore Generale del Ministero dell'Ambiente. Il suo impegno, dopo l'ingresso al ministero dell'Ambiente, si estende anche a livello internazionale, ad esempio nel coordinamento degli esperti dei Ministeri europei dell'energia e dell'ambiente. Questi esperti sono coloro che hanno steso il primo programma della Unione Europea sui cambiamenti climatici. E' stato coordinatore della delegazione italiana che ha negoziato la Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici nel 1992 e nel 1997 coordina la delegazione italiana che ha discusso il Protocollo di Kyoto. Nel 1997 coordina la delegazione tecnica dell'Italia alla Terza Conferenza delle Parti firmatarie della Convenzione Quadro sui Cambiamenti Climatici, che adotta il Protocollo di Kyoto. Le associazioni ambientaliste Greenpeace, Legamabiente e Wwf hanno accolto con favore la sua nomina, dichiarando di aspettarsi un impegno che porti a una svolta sulle politiche dell'ambiente. Apprezzamento anche da parte del sindaco di Venezia Giorgio Orsoni che sottolinea il legame del ministro con la città di Venezia.