BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

GOVERNO MONTI/ Fotogallery: la consegna della campanella. Oggi il voto al Senato

La cerimonia della consegna della campanella da Berlusconi a Monti e la firma dei nuovi ministri. Stasera alle 20 e 30 il Senato vota la fiducia, domani alle 15 tocca alla Camera

Foto Ansa Foto Ansa

Governo Monti insediato. La super squadra di tecnici ha dunque firmato davanti al capo dello Stato, ieri pomeriggio al Quirinale, inaugurando il nuovo esecutivo che prende il posto di quello di Silvio Berlusconi. Oltre alle firme di tutti i nuovi ministri, si è svolta ieri anche la classica cerimonia della consegna della campanella dalle mani dell'ex capo del governo in quelle del nuovo, una cerimonia che ha visto Silvio Berlusconi e Mario Monti sorridenti. Positivi infatti i giudizi del Pdl sulla squadra messa a punto da Monti, così come positivi i giudizi sono stati quelli del Pd. Oggi invece è previsto il voto di fiducia al Senato. La votazione si terrà alle ore 20 e 30 di stasera. Alle 13 invece il nuovo premier parlerà in aula spiegando i dettagli del suo programma, quindi dalle 14 alle 18 la discussione generale, alle 18 e 30 la replica di Monti. Alle 19 è previsto che comincino le operazioni di voto. Medesimo copione domani alla Camera dei deputati: la seduta inizierà alle ore 9 e 45 mentre il voto è previsto per le ore 15. Non dovrebbe esserci alcun problema per Monti nell'ottenere la fiducia delle due camere: l'appoggio delle forze politiche è estremamente ampio praticamente totale con la sola eccezione della Lega nord, unica forza in Parlamento a essersi dichiarata all'opposizione. L'attenzione maggiore è dunque per quanto dirà Mario Monti esponendo il suo programma: sacrifici, come annunciato. Sarà ripristinata l'Ici e introdotta la patrimoniale? In che modo si prevede di toccare le pensioni? Temi caldi, che potrebbero scatenare le reazioni contrarie dei sindacati. Intanto è ampio il consenso anche alla squadra dei ministri varata ieri. In particolare  i maggiori consensi al momento sembrano averli due delle tre donne presenti nell'esecutivo, il nuovo ministro della giustizia Paola Severino e quello degli interni, Anna Maria Cancellieri. La Severino è il primo ministro della giustizia della storia della Repubblica italiana, la Cancellieri solo la seconda, dopo l'esperienza di Rosa Russo Iervolino.