BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

FIDUCIA MONTI/ Fini sgrida Bersani, i ministri si salutano dopo (video)

Il presidente della Camera Gianfranco Fini bacchetta il segretario del Pd Bersani. Lo manda a sedersi mentre era intento a stringere uno per uno le mani dei nuovi ministri

Foto Ansa Foto Ansa

Bersani mandato al suo posto, come a scuola. E' successo nell'aula della Camera dei deputati oggi, dove era in corso il dibattito sul voto di fiducia al nuovo governo. Nella foga dell'entusiasmo per un governo che al momento trova tra i sostenitori più entusiasti il solo Pd (tutti gli altri, compresi i colleghi di opposizione come l'Italia dei valori, per non parlare del Popolo della libertà, hanno infatti presentato molte eccezioni e distinguo) Pierluigi Bersani e altri rappresentanti del suo partito si sono recati a omaggiare e a stringere le mani dei nuovi ministri freschi della fiducia ottenuta ieri sera con un voto plebiscitario (solo 25 contrari, i senatori della Lega che avevano annunciato non avrebbero votato la fiducia). Il gesto, che comportava un certo movimento nell'aula e relativa confusione, è stato notato dal presidente Gianfranco Fini che ha sgridato Bersani e gli altri del suo partito. I ministri si salutano dopo ha detto, se si alzano in piedi tutti per salutare non la finiamo più ha aggiunto. Bersani ha immediatamente interrotto il suo giro di strette di mani e si è allontanato come uno scolaretto in castigo senza riuscire neanche ad avvicinarsi al nuovo capo del governo, Mario Monti. Dal punto id vista strettamente politico, Bersani è altrettanto entusiasta del nuovo governo. Commentando gli sviluppi, ha infatti detto che oggi l'Italia è in un altro universo: "non so in quanti altri posti al mondo, in analoghe condizioni, compresi i Paesi che ci fanno la lezione, sarebbe stato possibile in dieci giorni un fatto di questo genere. Noi siamo ancora in condizioni di stupire". Dal canto suo invece Silvio Berlusconi sembra pensare una cosa sola nonostante il totale appoggio al governo Monti: le prossime elezioni. Parlando con un giornalista di Ballarò ha infatti detto che il Pdl sta preparando la campagna elettorale. aggiungendo: "Utilizzeremo tutti i mezzi di comunicazione ed intensificheremo la nostra presenza sulla rete". Il Pdl infatti ha promesso sostegn a Monti, m con la valutazione caso per caso di ogni singolo provvedimento che il governo presenterà ai politici.