BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CAMERA/ Approvata la manovra del governo Monti con 402 voti favorevoli (75 i contrari)

Pubblicazione:venerdì 16 dicembre 2011

Mario Monti (Imagoeconomica) Mario Monti (Imagoeconomica)

Tra Pd e Lega non sono mancate poi le scintille. A un Bersani che chiedeva ai leghisti se fossero sbarcati da Marte dalle fila del Carroccio si alzava il coro "Veltroni, Veltroni". 
Il presidente del Consiglio, Mario Monti, si è comunque dichiarato fiducioso e per nulla "disperato". "Se la collaborazione tra le forze politiche - ha dichiarato il premier - continuerà nell'interesse comune dell'Italia, non ho alcun dubbio che il nostro Paese si salverà".



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  

COMMENTI
17/12/2011 - “Vai avanti tu (Daniele Scrignaro)

… che mi vien da ridere” (per non piangere). Uno ogni cinque i deputati assenti alla votazione – 130, di cui 70 del Pdl, 6 del Pd, 10 di Fli, 8 della Lega. Sulla legge che, a detta del presidente del Consiglio non contraddetto da nessuno degli intervenuti nella seduta, riguardava il salvarci dal fallimento, cioè dal non perdere i nostri risparmi, case, etc. Significa, per esempio, che il fallimento dell’Argentina iniziato nel ‘95, snobbato dai politici, in tre anni aveva ridotto il 44% della popolazione con un reddito annuo, rapportato a oggi, di 540 euro. Di fronte a uno scenario così, anche nomi eccellenti si sono permessi di non essere presenti (non li elenco solo perché non ho trovato la lista completa). Se ci fosse un modo legale per dimetterli ed estrometterli a vita dai pubblici incarichi, non me lo lascerei scappare. E i loro colleghi – specialmente quelli che si dichiarano a favore del bene comune – zitti, non dicono (e non fanno) nulla per condannarne pubblicamente il comportamento. “E se la tradizione delle virtù è stata in grado di sopravvivere agli orrori dell’ultima età oscura, non siamo del tutto privi di fondamenti per la speranza. Questa volta, però, i barbari non aspettano al di là delle frontiere: ci hanno governato per parecchio tempo.” (Alasdair MacIntyre, 1988). Almeno sedici anni, otto da sinistra e otto da destra.