BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CASO RUBY/ I magistrati: Identificato il conto segreto di Silvio Berlusconi

Pubblicazione:

Alcune delle ragazze  Alcune delle ragazze

 

COLPACCIO DEI PM - Sempre secondo quanto riportato da Repubblica, nell'abitazione di Alessandra Sorcinelli, 27enne di Cagliari, si trova il seguente documento: «Comunicazione bancaria del Banco di Sardegna relativa a un bonifico effettuato sul conto corrente intestato ad Alessandra Sorcinelli, di euro 10mila data ordine 09.12.2010 ordinante Silvio Berlusconi, banca Monte dei Paschi di Siena, causale prestito infruttifero». Repubblica ricostruisce la dinamica dell'operazione. I pm si recano quindi al Monte dei Paschi, per richiedere la documentazione bancaria passata attraverso «lo sportello 20600, centro direzionale Va». Si tratta della sede «presso il Centro Direzionale Palazzo Vasari - Milano 2 - Segrate (cab 206003)», a pochissima distanza «dagli uffici della s. p. a. Dolcedrago, Residenza Parco 802 Milano 2, dove - sostengono i pm - risulta operare Spinelli Giuseppe». Il 28 agosto Emilio Fede telefona a Lele Mora, ed è intercettato dalla procura. Ruby è stata infatti interrogata dai magistrati, e il direttore del Tg4 lo è venuto a sapere.
 

LE INTERCETTAZIONI - Fede: "Allora, ieri sera è tornato il discorso, eravamo in cinque... L'avvocato della minchia ha detto: "Ah, perché poi se viene fuori che lui (Mora)... procurava programmi etc". Gli dico, guarda, questo uomo (Mora) ci ha dato tutto, ci ha dato soprattutto la riservatezza. Mi segui?".
 

«MERAVIGLIA DIRETTORE» - Lele: "Sono tutto orecchie...". Emilio: "Riservatezza... capisco la prudenza, ma lui (Mora) sarà al creatore anche fisicamente, oltre che rischia la bancarotta, e allora diventa peggio(re) il problema. "Ah - dice lui (Silvio) - ma secondo te, di quanto ha bisogno?". Dico: "Guarda proprio limitandolo, dico uno e due (milioni di euro, Ndr)"". Lele ed Emilio ragionano ancora di percentuali, poi il giornalista aggiunge: "(Io poi gli ho detto)... la salvezza-salvezza sta in uno e mezzo"". Lele: "Meraviglia, bravo direttore, bravo". Il giorno dopo Spinelli chiama Mora, che gli conferma che “nel pomeriggio chiamo il direttore (...) dopo di che... fissiamo l'appuntamento".
 


< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >