BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ 2. Follini (Pd): no all'offerta Berlusconi, al voto con lo "schema" D'Alema

Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani (Foto: Imagoeconomica) Silvio Berlusconi e Pierluigi Bersani (Foto: Imagoeconomica)

 

Non ho mai creduto che la strada fosse quella. A maggior ragione oggi dobbiamo stare attenti a distinguere la nostra opposizione, che è tutta politica, dalle vicende giudiziarie che hanno una loro piena autonomia.

 

Sbaglia chi vede in questa vicenda l’ultimo capitolo di uno scontro tra poteri che contrappone da oltre 15 anni Berlusconi e la magistratura?

Penso che il Presidente del Consiglio non possa sottrarsi al giudizio dei pm. Il mio giudizio è severo, ma non voglio aggiungere altro al senso di smarrimento che è palpabile nel Paese. Per il resto, come diceva Manzoni, le ragioni e i torti non si possono mai separare con un taglio netto.

 

Ma dopo tutto ciò che è emerso, a suo parere, Berlusconi potrà ancora candidarsi al ruolo di premier?

Credo che Berlusconi abbia fatto il suo tempo, ma questo è un parere del tutto personale. Non tocca a me, infatti, decidere la leadership del campo avversario. In ogni caso, sono convinto che non esista ancora “un altro centrodestra”: il fatto che in quella coalizione non si levino ancora voci dissonanti da un lato è una prova di questa convinzione, dall’altro è una condanna a un destino di minoranza.

© Riproduzione Riservata.