BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

TEODORO BUONTEMPO/ "No ai gay nella Destra", le parole del politico

Teodoro Buontempo dice no ai gay nel suo partito

Teodoro Buontempo Teodoro Buontempo

TEODORO BUONTEMPO DESTRA GAY - Nel corso di una intervista rilasciata al programma KlausCondicio su Youtube, l'esponente della Destra Teodoro Buontempo ha parlato di politica e omosessualità. «Non sono favorevole all'iscrizione dei gay ne La Destra.

Non per discriminazione, ma perché iscrivendo dei gay al partito daremmo un cattivo esempio all'immaginario collettivo, di una condivisione di valori che nel nostro Dna non abbiamo». Bontempo, che è assessore alle politiche per la casa della regione Lazio, ha poi continuato: «Intendiamoci, incontrerei questa persona e gli spiegherei perché sarebbe sbagliata una simile scelta e che un partito deve avere le sue colonne d'Ercole. Altrimenti non sarebbe un partito, ma un contenitore vuoto come tanti ce ne sono oggi.

Gli spiegherei che siamo contrarissimi ai matrimoni omosex e ancor di più alle adozioni, quindi gli direi che non sarebbe opportuno. Inutile essere ipocrita per avere qualche voto in più. Detto questo, difenderei un gay e mi batterei perché venga rispettato». La Destra, che da poco è entrata nel governo con Nello Musumeci come sottosegretario, è stata criticata per queste parole. «Buontempo resuscita la destra omofoba - è il commento di Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia, lobby trasversale sui diritti civili -. Sembrerebbe che deve decidere tra l'essere esponente di una destra dura e quindi discriminare oggi i gay, domani pure gli ebrei e i rom riesumando le leggi razziali, o essere amico dei gay in privato e però omofobo per avere un ruolo politico e visibilità mediatica».


CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE LE DICHIARAZIONI DI BUONTEMPO SUI GAY