BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RAI/ Proposta Pdl, censura preventiva?

Proposta Pdl riguardo la programmazione Rai

Vauro, uno dei protagonisti di Annozero Vauro, uno dei protagonisti di Annozero

Fa discutere il testo proposto da Alessio Butti del Pdl alla commissione di Vigilanza Rai. Secondo alcuni, la proposta sarebbe un tentativo di lottizzare definitivamente i palinsesti della televisione di Sato, una proposta di censura preventiva.

In breve, il test propone questo: la commissione parlamentare per l'indirizzo generale e la vigilanza dei servizi radiotelevisivi diventerebbe un ufficio che dà indicazioni sulla compilazione dei palinsesti, sulla fattura dei programmi, sui modi e sui tempi con cui devono andare in onda. Non solo: il direttore generale viene elevato a direttore editoriale di tutta la Rai esautorando completamente i direttori di rete, retrocessi a semplici passacarte.

La proposta di testo sembra essere interpretata come un tentativo di non mandare più in onda programmi come Annozero o Report, in nome della pratica del contraddittorio.



COMMENTI
11/02/2011 - mi sembra una proposta di metodo... (attilio sangiani)

a prima vista mi sembra una proposta "di metodo",non di contnuti. "Format",infatti,significa "quadro,cornice,metodo di un programma televisivo",come,ad esempio,per le trasmissioni di intrattenimemnto ( Eeredità,Chi vuol essere milionario,ecc,ad esempio ). Se si trattasse davvero di una censura preventiva ( che pure è necessaria dal punto di vista del Codice Penale,come ben sanno tutti i direttori di giornali ed anche di televisioni)non sarei d'accordo col sen. Butti.