BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BERSANI/ Video – Caso Ruby: ma quali fatti privati? Il premier è processato per direttissima…

Parlando alle conferenza delle donne del pd, il segretario Bersani lancia durissime accuse contro il premier Berlusconi.

Foto Ansa Foto Ansa

Parlando alle conferenza delle donne del pd, il segretario Bersani lancia durissime accuse contro il premier Berlusconi.


Se viene fuori che uno di 74 anni dà 285 mila euro in due mesi ad una minorenne al netto dei gioielli, non intendo essere governato da uno così...»: a parlare è il segretario del Pd Pierluigi Bersani. Che, intervenendo alla Conferenza nazionale delle donne democratiche, concede ampio spazio al caso Ruby. Questione tutt’altro che privata, secondo Bersani, dato che riguarda un presidente del Consiglio «processato per direttissima» per «reati gravissimi», umilianti agli occhi della Comunità internazionale. «La questione di un passo indietro - dice - non è una questione di sinistra, di destra o di centro ma di dignità di questo paese. Chi tace oggi non so come parlerà domani».

Tornando al tratto distintivo dell’assemblea in cui ha parlato, si è detto disposto a guidare «un'iniziativa di legge popolare sulle quote rosa», precisando che «senza le donne, il cambiamento non fa un passo in avanti; senza un passo avanti delle donne, il cambiamento non è cambiamento». Precisando che sotto la sua segreteria, di fatto è applicata la norma delle quote rosa. «O cancelliamo la norma in segreteria - ha proposto - o pretendiamo, con una legge nazionale, che anche il governo sia metà donna, metà uomo».

CLICCA >> QUI SOTTO PER IL VIDEO DI BERSANI ALLA CONFERENZA DELLE DONNE DEL PD


COMMENTI
20/02/2011 - La dignità di un paese (luisella martin)

L'onorevole Bersani non intende essere governato "da uno così".Se,perciò Berlusconi avesse 40 anni,invece di 74,se desse 300000 euro in 2 anni,invece che 285000 in due mesi ad una maggiorenne, invece che ad una minorenne e se tutto ciò fosse al netto di vitto e alloggio, invece che al netto dei gioielli,allora Bersani sarebbe lieto di venire governato "da uno così"? Dovrebbe rispondere perché,come dice lui"chi tace oggi,non so come parlerà domani". Ma,secondo me,può anche non rispondere perché,ascoltando le parole di chi parla oggi,siamo certi di sapere come parlerà domani solo se il "parlante" é un computer! Per quanto riguarda l'idea di fare una legge per far sedere in Parlamento metà donne e metà uomini,ci sarebbe il problema dei gay, tanto caro alla sinistra...La dignità di questo paese é scritta nella storia di ciascuno di noi e l'abbiamo conservata e sublimata con i tanti innocenti vittime del fascismo,con i tanti soldati morti in guerra,con i tanti partigiani morti sulle montagne,con i tanti cittadini morti durante i bombardamenti tedeschi e alleati e con tanti sopravvissuti che hanno inteso ricominciare a fronte alta,perdonando. Penso che l'onorevole Bersani si debba chiedere se la generazione di italiani che ha permesso a noi di essere liberi,sarebbe fiera di essere governata,alle prossime elezioni,da una illustre personalità della sinistra...Poi ci dica chi é!