BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRE/ Il Piano "D" che salva Bersani da Renzi e Veltroni

Pubblicazione:mercoledì 2 febbraio 2011

Walter Veltroni e Pier Luigi Bersani (Imagoeconomica) Walter Veltroni e Pier Luigi Bersani (Imagoeconomica)


Novità erano venute anche dal fronte dei “rottamatori” con il parziale disimpegno del sindaco di Firenze Matteo Renzi, azzoppato dal viaggio ad Arcore.

Tuttavia niente di particolarmente nuovo sotto il sole se non la conferma che le varie anime del Pd continuavano a muoversi inquiete in un partito privo di baricentro. La proposta di D’Alema, governo costituente come asse di una nuova sfida elettorale,  può dare al Pd un obiettivo immediato in grado di mettere la sordina ai contrasti più forti.

Il voto anticipato, tuttavia, darà nuovo spazio a quei rottamatori oggi apparentemente in disarmo. Il tema del rinnovamento è molto presente alla base del partito che reclama facce  nuove, vede emergere nuove leadership in periferia e soprattutto mal sopporta antiche rendite di posizione, per esempio nella componente femminile della rappresentanza immutata da decenni. La composizione delle liste sarà nei prossimi mesi la madre di tutte le battaglie e sancirà i vincitori e i vinti di questa fase di vita del Pd.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.