BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

RENZO BOSSI/ Il figlio del "senatùr" è il nuovo responsabile media della Lega

Renzo Bossi, foto Ansa Renzo Bossi, foto Ansa

Renzo è il più giovane consigliere regionale mai eletto in Lombardia: nel 2010, a 22 anni di età, ottiene 13mila preferenze in provincia di Brescia. Da subito, viene criticato per le poche capacità politiche, definito una sorta di raccomandato a 12mila euro di stipendio al mese. Lui non ci sta: "Ho deciso io di candidarmi e so che dovrò dimostrare il doppio proprio per il cognome che porto. Ma volevo finalmente mostrare chi sono davvero ed è per questo che sono sceso in politica".

A chi lo chiama un "ignorante pluribocciato" lui risponde: "Mi hanno bocciato due volte. La prima avevo 15 anni ed era il periodo della malattia di mio padre (colpito da un ictus nel 2004, ndr). Ero confuso, stordito. La seconda è stata alla maturità nel 2008. Il mio esame era viziato: la prova di matematica era diversa da quella degli altri. Infatti ho fatto ricorso al Tar e ho vinto.. La scuola mi ha consentito di ridare l'esame orale da privatista ma era ovvio che a quel punto volevano bocciarmi: sono andato demotivato".

Adesso dice di essere iscritto all'università, ma all'estero, perché in Italia ha paura di trovare i giornalisti in aula quando fa gli esami. Qualcuno ha provato a scoprire quale università estera frequenti il giovane, ma senza successo. Del super stipendio da 12mila euro, dice che "non è vero. Non ho a che fare con questo osservatorio sull'Expo di cui si dice".