BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

BERLUSCONI/ "La scuola pubblica non educa", le parole del capo del governo

Immagine di archivioImmagine di archivio

"Speriamo che nei prossimi mesi sulla sponda nord del Mediterraneo ci possano essere stati più liberi, ma il rischio è di trovarci paesi che ci facciano fare i conti con l'integralismo islamico" ha ammonito il presidente del Consiglio. "Non possiamo restare spettatori, né l'Ue né noi. Sono desolanti le polemiche provinciali delle opposizioni in Italia sulla Libia e i piccoli tentativi di attaccare il governo su politiche che sono state sempre fatte da molto decenni", ha detto ancora il premier, aggiungendo che "l'opposizione con cui ci troviamo a doverci confrontare non ha mai rinunciato all'idea della spallata e alle trame di palazzo per ottenere i risultati che per altre strade non riescono ad ottenere". Ha lasciato il congresso con una battuta: "Grazie per questo applauso, vi inviterei tutti al bunga bunga ma resterete delusi".

© Riproduzione Riservata.