BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ 1. Federalismo, un "pareggino" che sa tanto di sconfitta

Roberto Calderoli (Imagoeconomica) Roberto Calderoli (Imagoeconomica)


Stiamo parlando di una scommessa al limite dell’azzardo. Una mossa che, se andasse in porto, consentirebbe al Cavaliere di portare a termine la legislatura. In caso contrario può benissimo diventare la piattaforma di lancio della prossima campagna elettorale.

Se la maggioranza sceglie di resistere ad ogni costo, l’opposizione sembra ormai compatta nel chiedere le elezioni?


Come si è visto ieri, nel centrosinistra è in corso una mobilitazione generale che coinvolge persino Bassolino. Una chiamata alle armi più convinta rispetto a ciò che accade nel centrodestra. Ma forse questa è solo apparenza…

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
05/02/2011 - Federalismo? Sussidiarietà! (Giuseppe Crippa)

In estrema sintesi: il federalismo auspicato dalla Lega è una forma di egoismo colla quale le regioni più ricche si tengono quanto più possono. La sussidiarietà auspicata dall’UdC è una assunzione di responsabilità colla quale le regioni mettono la faccia su quanto chiedono ai cittadini e su come lo spendono, in un quadro di solidarietà dei più ricchi verso i più poveri. Con un programma così si ereditano solo i voti di persone mature e responsabili, che non nascondono paure ed egoismi dietro qualche dialetto.

 
05/02/2011 - E PIER-FURBY ? (attilio sangiani)

aggiungerei che non tutti sono convinti della necessità del federalismo. P.F.Casini si ostina a dirsi contrario. Forse perchè spera in un fallimento della Lega Nord e di ereditarne,almeno in parte,l'elettorato,composto da ex-democristiani delusi dalla DC,nelle province più "bianche" d'Italia.

 
04/02/2011 - se anche Bassolino.... (attilio sangiani)

Se la sinistra ha bisogno anche di Bassolino,mostra di essere "alle corde" come un pugile rintronato. Quanto al voto di ieri nella bicamerale,mi sembra una sconfitta giuridica formale,a norma del regolamento, ma una vittoria politica,perchè c'è stato il voto politicamente nullo del presidente della commissione,passato alla opposizione. Senza il suo voto,il risultato sarebbe stato di 16 a 14 a favore della proposta della maggioranza. Credo che,in caso di elezioni a maggio.come si vocifera,gli italiani confermerebbero la attuale maggioranza,che mostra di avere un programma serio,di aver salvato l'Italia da guai tipo Grecia,Spagna, Irlanda,Portogallo,...,di aver avviato la riforma delle Università,feudi di "parentopoli "e della cultura vetero marxista e sessantottina,di avere idee chiare sul federalismo,per merito non tanto della Lega,ma di Tremonti.