BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

REFERENDUM NUCLEARE/ Il dibattito, il Pd sosterrà il i promotori, Berlusconi tace

Pubblicazione:

Referendum sul nucleare  Referendum sul nucleare

REFERENDUM NUCLEARE IL DIBATTITO - La crisi giapponese, l'allarme radiazioni, sono tutti elementi che hanno riportato in primo piano un referendum, quello sul nucleare, che forse non avrebbe avuto tanta risonanza. Il referendum, promosso dall'Italia dei valori, è stato presentato per abrogare la norma per la  "realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare". 

E' una parte del decreto legge "Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria" firmato il 25 giugno 2008 e convertito in legge "con modificazioni". Ovviamente quanto sta accadendo in queste ore ha riacceso il dibattito pro e contro. Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, ad esempio, ha appena rilasciato una dichiarazione in cui dice che il suo partito sostiene il referendum per bocciare la proposta del governo di tornare all'energia atomica. "Lavoreremo perché dalle urne esca una risposta chiara contro questo piano. Abbiamo chiesto che i referendum vengano accorpati con il voto delle amministrative perché vogliamo che si raggiunga il quorum". Da parte loro, i promotori del referendum stesso, saranno in piazza Navona il 19 marzo a Roma, una mobilitazione pubblica. Ci saranno Bruno Tinti, ex magistrato e giornalista, il fisico Giorgio Parisi, Lidia Ravera, Franca Valeri e lo stesso Di Pietro.



CLICCA SUL PULSANTE QUI SOTTO PER LEGGERE DEL DIBATTITO SUL REFERENDUM NUCLEARE



  PAG. SUCC. >