BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Per dar più soldi alle famiglie ci vuole il "metodo Lega"?

Calderoli, Bossi e Berlusconi (Imagoeconomica)Calderoli, Bossi e Berlusconi (Imagoeconomica)


In realtà chi avrebbe di più da lamentarsi dell’Unità d’Italia, per come è avvenuta, sono le popolazioni meridionali e la Chiesa. Ma, volendo trascurare in questa sede le polemiche meridionaliste e filo-borboniche (si ricordi solo, per onestà, che la società lombarda Alfa fu salvata dai soldi del napoletano Romeo e che, prima dell’Unità, a Napoli c’era la prima ferrovia italiana) per quanto riguarda la Chiesa ci ha pensato il Papa in persona a sanare la ferita con un messaggio affettuoso per il centocinquantesimo compleanno della “cara Italia”, rivendicando l’“apporto dei cattolici mai mancato e spesso decisivo”.

Che non manchi anche oggi l’apporto dei cattolici è sicuro, che sia decisivo, in queste condizioni è tutto da dimostrare. Spesso costretti a tollerare anche queste bizzarrie della Lega senza nulla replicare per mera convenienza politica e non riuscendo a strappare alcunché, è Giovanardi che ce lo conferma, per quella che tutti i cattolici, ma purtroppo non solo loro, individuano essere come la priorità delle priorità, ossia la famiglia.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
19/03/2011 - sempre le solite promesse... (Marco Claudio Di Buono)

..ad ogni tornata elettorale i politici promettono di tutto, ma poi c'è sempre qualche scusa buona per non mantenerle. Il fatto più grave è che noi continuiamo ad andare a votare, ci caschiamo ogni volta. Non dico che bisognerebbe fare come nei paese nordafricani, ma alle volte ti viene una rabbia. Un politica di difesa della famiglia, cellula fondamentale della società, fatta con soldi veri sotto forma di contributi, buoni scuola, quoziente familiare quando mai l'hanno realizzata?