BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

CASO RUBY/ Kharima avrebbe chiesto 500 euro per una raccomandazione a Berlusconi

Ruby Rubacuori, alias Kharima El MahrougRuby Rubacuori, alias Kharima El Mahroug

«MI HA PRESO IN GIRO» - Come ha commentato il tassista, «mi sono sentito molto offeso e preso in giro da lei». Il tassista è stato interrogato dai pm l'1 febbraio scorso. Ruby gli avrebbe raccontato «che il padre era un ambasciatore e la mamma marocchina o egiziana. Mi chiese: “Secondo te quanti anni ho?”. Io pensai sui 20-22, però le dissi 18-19, e lei mi rispose: "Ci sei quasi vicino"». Fatto sta che il passaporto di Ruby, rilasciato dalle autorità marocchine il 14 marzo 2001 con scadenza 28 novembre 2011, afferma invece: «Nata a Feki Ben Salah l’1 novembre '92».

 

CORSIA PREFERENZIALE - Nel frattempo, in questi giorni è avvenuto l’incontro tra il presidente del Tribunale, Livia Pomodoro, e uno degli avvocati di Berlusconi, Niccolò Ghedini, per coordinare il calendario giudiziario che attende il Cavaliere nei prossimi mesi. E i magistrati non avrebbero problemi a tenere le udienze anche il sabato, quando Berlusconi sarebbe cioè libero da altri impegni. Ovviamente il problema è che dopo la parziale bocciatura del legittimo impedimento da parte della Corte costituzionale, il processo per il caso Ruby è solo l’ultimo procedimento in ordine di tempo che dovrà affrontare Berlusconi. Ma la Procura ha fatto sapere che «il processo Ruby è con il rito immediato e la parte lesa è una minorenne, il che comporta una corsia preferenziale».