BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

BERLUSCONI/ C’è una magistratura eversiva. Serve una commissione d’inchiesta

Berlusconi attacca duramente la magistratura, ipotizzando la creazione di una Commissione parlamentare d’inchiesta che verifichi eventuali finalità eversive dei pm

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

Berlusconi attacca duramente la magistratura, ipotizzando la creazione di una Commissione parlamentare d’inchiesta che verifichi eventuali finalità eversive dei pm

Dal meeting del Popolo della Libertà a Roma, Silvio Berlusconi attacca duramente sinistra e magistratura: «bisogna strappare Napoli al malgoverno di certi signori», ha detto, sottolinando che «il Pdl vincerà le prossime elezioni amministrative del 14 e 15 maggio». Parlando dell’opposizione, poi, ha dichiarato: «Purtroppo abbiamo a che fare con un'opposizione rimasta la stessa di sempre. Per fare del male a Berlusconi non si preoccupa di fare del male al paese». Rispolverando un suo vecchio cavallo di battaglia commenta: «in questo nostro difficile Paese, purtroppo l'opposizione è fatta da chi in passato ha sposato un'ideologia che per le persone normali è la più disumana a criminale della storia dell'uomo, cioè il comunismo».

Dura la sua presa di posizione nei confronti dei giudici, unita ad una singolare proposta: parlando del «martirio di Craxi», si è detto convinto della necessità di «accertare se c'è un'associazione a delinquere dei magistrati. Molti giudici seguono la sinistra e hanno un progetto eversivo, così come l'hanno fatto nel '93 facendo fuori i socialisti, la Democrazia cristiana, i repubblicani e hanno fatto fuori un leader politico come Bettino Craxi, stanno oggi cercando di farlo con Berlusconi».