BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ 1. Folli: Berlusconi sceglie il voto anticipato per respingere Lega e Pm

La discesa in campo di Silvio Berlusconi a Milano e le strategie del premier per mettere ko alleati e nemici interni in questa nuova campagna elettorale. Il punto di STEFANO FOLLI

Silvio Berlusconi durante il comizio (Ansa)Silvio Berlusconi durante il comizio (Ansa)

Le parole di Silvio Berlusconi contro i “giudici eversivi” hanno riacceso lo scontro tra gli schieramenti in questo fine settimana di campagna elettorale che ci prepara alle elezioni amministrative. Secondo l’opposizione la richiesta del premier di istituire una commissione d’inchiesta per accertare se nella magistratura ci sia un’associazione a delinquere a fini eversivi sarebbe un avvallo ai misteriosi manifesti comparsi a Milano (“Via le Br dalle procure”). «La nostra polemica non ha nulla a che fare con quelle deliranti affermazioni», replicano dal Popolo della Libertà mentre la Procura apre un’indagine per vilipendio alla magistratura e Letizia Moratti annuncia l’autosospensione dalla lista del Pdl per le elezioni comunali di Roberto Lassini, che ha rivendicato la paternità dell’iniziativa. «Se da un lato non sembra esserci niente di nuovo sotto il sole - dice Stefano Folli a IlSussidiario.net -, dall’altro, ancora una volta, dobbiamo registrare un’anomalia tutta italiana. Quando si avvicinano le elezioni, mentre in tutti i paesi europei sale di tono il conflitto tra maggioranza e opposizione, da noi si infiamma quello tra politica e magistratura, con forme sempre più violente e sconcertanti».

Un clima che sembra preannunciare un severo intervento del Presidente Napolitano.

La voce del Capo dello Stato si è fatta sentire più volte e ha sempre invitato a non trasformare le istituzioni in un campo di battaglia. Se, con l’avvicinarsi delle elezioni amministrative, lo scontro si radicalizzerà ancora di più, probabilmente il Presidente della Repubblica prenderà la parola. Dubito invece che per il momento voglia intervenire sul tema della “prescrizione breve”, ancora all’esame del Senato.

Tornando alla campagna elettorale, durante la convention romana Berlusconi ha accennato alla possibilità di un voto anticipato. Secondo lei si trattava soltanto di una battuta?

A mio avviso, Berlusconi cerca di dare una caratterizzazione fortemente politica al voto delle elezioni amministrative. La sua discesa in campo a Milano significa che nel capoluogo lombardo il centrodestra non può assolutamente permettersi un risultato negativo. D’altronde, l’appuntamento è cruciale e può incidere anche sugli scenari futuri.

Per quale motivo?


COMMENTI
18/04/2011 - Le baruffe chiozzotte (PAOLA CORRADI)

Ragazzi la gente non ce la fa più a sentire ogni giorno pettegolezzi e risse. Il rischio è che nessuno più andrà a votare. Ne sa qualcosa chi ha dovuto raccogliere le firme per le nuove amministrative. Chiediamo più serietà sia in ambito politico che dal privato dei nostri politici. Meno dichiarazioni e più fatti, meno televisione e più lavoro di squadra, meno paillettes e farfalline e più supporto a famiglie ed imprese. Insomma meno forma e più sostanza. Le torte di panna dopo un po' stancano, sono troppo sdolcinate! ....troppo dolce lascia l'amaro in bocca!