BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

NICHI VENDOLA/ L'imam di Segrate: "Non votatelo perché è gay"

Foto Ansa Foto Ansa

E' arrivata la replica ufficiale di Sinistra e libertà: "E' evidente che questa posizione è l'altra faccia dell'arretratezza culturale sui temi dei diritti civili e del rapporto tra religioni. Da una parte Giovanardi e Borghezio, dall'altra l'imam di Segrate non fanno fare un passo in più al rispetto reciproco, alla civiltà nei rapporti tra mondi troppo spesso divisi da pregiudizi e da ottusità. Siamo comunque ottimisti e confidiamo nell'intelligenza degli elettori italiani, al di là dei loro orientamenti culturali, religiosi, sessuali. Verrà da loro una risposta matura a queste ennesime sciocchezze". E' intervenuto anche Fouad Selim del direttivo dell'Unione delle comunità islamiche in Italia e direttore del centro islamico di Monza: per lui, va appoggiato chi dimostra sensibilità con la nostra causa. Lui invita a sostenere e votare comunque Piccardo: la posizione dell'imam di Segrate, dice ancora, è una posizione isolata.

© Riproduzione Riservata.