BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

OMOFOBIA/ Bocciato il testo del Pd, la Carfagna protesta

Bocciato il testo di legge proposto dal Partito democratico sul tema dell'omofobia. Il ministro Carfagna dissente dal resto del governo, promettendo di votare a favore la prossima occasione

Il ministro Carfagna, foto AnsaIl ministro Carfagna, foto Ansa

Ieri si è tenuta la giornata mondiale contro l'omofobia. Una ricorrenza promossa dall'Unione Europea con l'obbiettivo di promuovere e coordinare eventi internazionali di sensibilizzazione per contrastare il fenomeno dell'omofobia. Per l'occasione oggi il Partito democratico ha proposto in Commissione giustizia della Camera una proposta di legge, bocciato per 24 voti contro 17, voti quelli contrari della maggioranza di governo (Pdl, Lega e Responsabili). L'Udc si è diviso. Fli, Pd e Idv hanno votato a favore. Il testo era stato messo a punto dalla relatrice Paola Concia del Pd. A questo punto si tornerà al testo originale, quello messo a punito da Antonello Soro del Pd e che verrà esaminato il prossimo 23 maggio. Per la Concia, il suo testo era una dichiarazione di rispetto nei confronti fedi diritti umani degli omosessuali. "Questa non è una legge degli omosessuali - aveva scritto Concia - né di una riserva indiana. E' una legge di civiltà che appartiene a tutta la collettività, come ha ripetuto più volte il nostro presidente della Repubblica Giorgio Napolitano". Nella maggioranza, dissenso dichiarato del ministro Carfagna che ha dichiarato che il governo ha perso una occasione e ha annunciato che lei in Aula voterà a favore del testo del Pd.