BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

DELL'UTRI/ Assolto il senatore dall'accusa di tentata estorsione

Assolto il senatore Marcello Dell'Utri dall'accusa di tentata estorsione a scopo mafioso. La vicenda era cominciata nei primi anni 90 e coinvolgeva mafia trapanese e Publitalia

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Il senatore Marcello Dell'Utri è stato assolto dall'accusa di tentata estorsione aggravata da finalità mafiose. Era imputato insieme al boss mafioso Vincenzo Virga. Si trattava dell'appello tris dopo che la Corte di Cassazione aveva annullato con rinvio una precedente sentenza di secondo grado. Per i giudici, il fatto di cui era imputato il sentaore del Pdl "non sussiste". Virga è il capomandamento di Cosa Nostra a Trapani. E' già in prigione dove sta scontando un ergastolo per fatti di mafia. Secondo l'accusa, nel 1991 il presidente della Pallacanestro Trapani aveva denunciato Dell'Utri per una questione di sponsorizzazioni della sua società di basket. Dell'Utri lo avrebbe poi minacciato di restituire dei soldi innervo altrimenti lo avrebbe fatto cambiare idea con gli uomini giusti. Quindi il boss mafioso Virga lo avrebbe minacciato a sua volta su mandato di Dell'Utri. Secondo l'accusa, tutta questa vicenda prova che il senatore si muoveva all'interno di un ambiente mafioso. Inoltre Virga agiva per far vedere che la mafia era interessata al rapporto tra Publitalia e Garraffa.