BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

ELEZIONI/ Berlusconi in Tv: Pdl primo partito. Milanesi spaventati da falce e martello

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Foto Ansa  Foto Ansa

BERLUSCONI IN TV - Berlusconi scende in campo in sostegno della Moratti, dopo la disfatta al primo turno delle elezioni amministrative milanesi, che l’hanno vista indietro di sette punti rispetto a Giuliano Pisapia. Il Cavaliere interrompe il silenzio di questi giorni con ben cinque interviste in altrettanti telegiornali. «Il vero risultato delle elezioni amministrative è che il Pdl è il primo partito italiano», ha detto nella prima delle cinque, a Studio Aperto. «E a questa maggioranza – ha proseguito il premier - , non c'è alternativa». Secondo il capo del governo, «l'alleanza tra Pdl e Lega è l'unica in grado di esprimere un governo stabile e credibile. Non c'è nessuna possibilità di una maggioranza alternativa alla nostra». La stoccata, poi, sul candidato del centrosinistra, emerso dalla primarie ed espressione del partito di Nichi Vendola: «a sinistra – ha detto -, come si vede nel capoluogo lombardo, prevalgono solo gli estremisti». In ogni caso, «il dato di Milano ci dice che i milanesi non hanno premiato né il Pd né il terzo polo:  il risultato vero è che il Pdl resta il primo partito in Italia». Berlusconi si è detto convinto a scendere in campo anzitutto come cittadino. Tra le ragioni fondamentali, secondo lui, il fatto che i milanesi siano «turbati dalla presenza di manifesti con la Falce e Martello». 



  PAG. SUCC. >