BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 1. Folli: e ora a Lega e Pdl tocca il "referendum" di Pontida

Pubblicazione:

Umberto Bossi a Pontida (Imagoeconomica)  Umberto Bossi a Pontida (Imagoeconomica)

A pochi giorni dal referendum nella maggioranza si torna a parlare di riforma fiscale. L’unica via del governo, secondo alcuni, per provare a rilanciare questa legislatura. «Credo che sia giusto un sistema con tre aliquote Irpef», ha dichiarato ieri all'assemblea di Confartigianato il ministro dell'economia, Giulio Tremonti, chiarendo che comunque la riforma non si farà in deficit, ma cercando di recuperare risorse dalla spesa assistenziale. «Il disegno è eccellente - dice Stefano Folli a IlSussidiario.net - e chiarisce che non si farà nulla senza prima trovare i soldi. Il problema però è un altro: non scopriamo oggi cosa andrebbe fatto. Per realizzare ciò che si promette però bisogna avere la forza di reggere ai contraccolpi del consenso, cosa che questa maggioranza, ad oggi, non è in grado di assicurare».

Il ministro dell’Economia ha poi scherzato paragonando l’attuale situazione politica alla presa della Bastiglia: se il re non crede alla rivoluzione alla fine rimane senza testa…

Una battuta che contiene una certa dose di verità. Dopo questo referendum infatti nulla sarà come prima, tutti dovranno attrezzarsi. Questo riguarda sia chi nella maggioranza è convinto che possa bastare qualche piccolo aggiustamento per tirare a campare, sia chi nell’opposizione si sta illudendo di poter cavalcare l’onda che si è messa in moto.

Di cosa si tratta secondo lei?

Penso che si stia manifestando un sentimento difficilmente governabile, un sommovimento dell’opinione pubblica non necessariamente positivo, ma certamente significativo che non può essere giudicato attraverso categorie banali. È ancora presto per trarre conclusioni, ma l’errore più grosso che può fare l’opposizione, e soprattutto la sua anima riformista, è credere che questa sia un’onda che vada tutta a suo favore.

Nel frattempo la maggioranza attende con ansia il tradizionale raduno della Lega Nord a Pontida. Come giudica le dichiarazioni di questi giorni dei dirigenti leghisti?


  PAG. SUCC. >