BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SONDAGGIO/ La fiducia in Berlusconi (29%) e nel governo (23%) ai minimi storici

Pubblicazione:mercoledì 15 giugno 2011

Foto Ansa Foto Ansa

LA FIDUCIA IN BERLUSCONI AI MIMINI STORICI - I referendum potrebbero sortire effetti sul governo, sul premier e sulla maggioranza ben oltre il previsto. Effetti negativi, negativissimi per i diretti interessati. A due giorni dalla disfatta referendaria (per Pdl e Lega) ci si esercita, come di consueto nella pratica delle previsioni. Il primato temporale del sondaggio che analizza la situazione spetta a Repubblica. Ipr Marketing ne ha realizzato uno per il quotidiano diretto da Ezio Mauro che dipinge scenari foschi per il centrodestra, e per Berlusconi, ai minimi storici di gradimento. Veniamo alle cifre: una colazione composta da Pd, Idv, Sel, Verdi, Psi e radicali, se si andasse a elezioni imminenti, otterrebbe intorno al 42,5%, 3,5 punti sopra il centrodestra (Pdl, Lega e altri) che si fermerebbe 39%. Il terzo Polo guadagnerebbe un 13% di consensi (con l'Udc al 7% e Fini al 3,5%). Restano ancora fuori dal Parlamento Rifondazione e i Comunisti italiani (1,5%) e il movimento Cinque stelle (2,5%). Tra i dati più significati, il contestuale affondamento di Lega e Pdl: se un tempo al decremento dell’uno corrispondeva l’incremento dell’altro, ora il Carroccio sembra condizionato, nel sentimento della base, dalla morsa berlusconiana, che l’avrebbe stretto tra festini e leggi ad personam. Bassissimo, poi, il livello di gradimento del presidente del Consiglio, calato al 29%, molto meno di quello scarsissimo 40% che gli si attribuiva pochi giorni prima della fiducia ottenuta in Parlamento a dicembre grazie ai responsabili. 


  PAG. SUCC. >