BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

RIFORMA FISCALE/ Berlusconi-Tremonti-Bossi: a sorpresa, il vertice nella notte

Pubblicazione:mercoledì 8 giugno 2011

Foto: Imagoeconomica Foto: Imagoeconomica

IL VERTICE DELLA NOTTE TRA BERLUSCONI E TREMONTI - Nuovo incontro a sorpresa, nella notte, tra il premier Berlusconi e il titolare dell’Economia, Giulio Tremonti. Lunedì, nel vertice con la Lega nord, tra i due era scoppiata una lite furibonda. All’incontro c’erano i colonnelli leghisti e, alcuni di presenti, sotto promessa di anonimato, hanno giurato che tra i due sono volati gli stracci. Oggetto della lite, la riforma fiscale. Il premier avrebbe insistentemente chiesto a Tremonti un abbassamento delle aliquote, come promesso fin dalla prima campagna elettorale, ma Tremonti sarebbe stato, ancora una volta, irremovibile e avrebbe risposto che non ci sono le condizioni. Alle continue pressioni del premier, avrebbe, per l’ennesima volta, minacciato le dimissioni. Sarebbe stata la mediazione di Bossi a farlo tornare sui suoi passi. Ebbene: la notte, un nuovo incontro tra i due avrebbe messo nuovamente al centro la riforma fiscale. Il vertice è durato tre ore circa. Nulla o poco più è trapelato. Sembra che Bossi e Berlusconi abbiano tentato di strappare al titolare dell’Economia un accordo, alla luce di quanto richiesto dalla Commissione europea. Tremonti, infatti, era appena stato a Bruxelles, dove aveva ricevuto i complimenti per la capacità di mantenere i conti in ordine contestualmente all’invito a realizzare al più presto interventi strutturali per rilanciare la crescita del Paese.  La Commissione ha, inoltre, esortato l’Italia a utilizzare meglio i fondi comunitari a disposizione e utilizzare eventuali benefici per sanare il debito pubblico. 


  PAG. SUCC. >