BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA FINANZIARIA 2011/ Facebook denuncia i privilegi della "casta"

Pubblicazione:domenica 17 luglio 2011 - Ultimo aggiornamento:domenica 17 luglio 2011, 12.41

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

MANOVRA FINANZIARIA 2011 FACEBOOK - Il suo nome in codice è Spidertruman. Ha aperto una pagina su Facebook che in circa 24 ore ha raccolto 30mila sostenitori, o amici, come si dice nel social network. Di che pagina si tratta? Si intitola "i segreti della casta di Montecitorio" e ha promesso di rivelare tutti i vantaggi, i favori, i guadagni di senatori e deputati. Soprattutto ala luce della nuova manovra finanziaria che promette "lacrime e sangue" a milioni di italiani. Buon esempio è l'introduzione del ticket sanitario: mentre il cittadino italiano spenderà 10 e 25 euro a ogni visita specialistica, il deputato e il senatore messi tutti insieme hanno diritto a una assistenza sanitaria gratuita che costa allo Stato 30 mila euro al giorno, quasi 850 mila euro al mese. Sono questi i dati insieme ad altri che Spidertruman ha promesso di pubblicare. Ma chi è Spidertruman? Si tratta, come dice lui stesso, di un ex precario di Montecitorio licenziato dopo 15 anni di lavoro. E adesso (per vendetta?) promette di svelare sconti, favori e quant'altro dei nostri rappresentanti. Per far ciò, l'anonimo usa anche documentSpesi dai politici circa 3 milioni di euro per assistnazione ufficiale appartenuta a deputati e senatori. Un caso che farà sicuramente scalpore. Ma intanto anche prima dell'arrivo di Spidertruman, le polemiche sui privilegi della casta alla luce della manovra finanziaria erano stati ripresi già da molti media. Anche perché è stato denunciato una sorta di azione "salva vita" effettuato proprio dai politici di tutti gli schieramenti mentre si approvava la finanziaria. Ad esempio l'Asi, Assistenza sanitaria integrativa: ne godono oltre ai 630 di Montecitorio anche 1109 loro familiari,  1.329 titolari di assegni vitalizi e 1388 loro familiari, 484 titolari di assegno vitalizio di riversabilità e 25 loro familiari, 217 deputati in attesa di vitalizio diretto e 386 loro familiari, 2 giudici emeriti della Corte Costituzionale e 2 loro familiari, 2 familiari dei giudici della Corte titolari di reversibilità". Un totale di 5.574 privilegiati.



  PAG. SUCC. >