BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SENATO/ Alberto Tedesco, no al suo arresto: 127 sì contro 151 no. Rissa in aula

Pubblicazione:mercoledì 20 luglio 2011

Immagine d'archivio Immagine d'archivio

SENATO ALBERTO TEDESCO - Mentre la Camera votava sì all'arresto di Alfonso Papa, il Senato diceva di no a quello di Alberto Tedesco, senatore del Pd. Lo stesso Tedesco aveva chiesto ai suoi compagni di partito di votare sì alla procedura di arresto, ma alla fine i no sono stati 151 contro 127 sì. Undici gli astenuti. Anche in Senato si è votato a scrutinio segreto. Il senatore del Pd è indagato dalla Procura di Bari in una inchiesta sulla sanità pugliese. E mentre Papa abbondava la Camera dei deputati nel più assoluto silenzio delle parti (fatta eccezione qualche lacrima di esponenti della maggioranza e qualche commento tipo "E' uno schifo, vergogna") al Senato è scoppiata una rissa dopo la lettura del risultato del voto. Il senatore del Pdl Domenico Gramazio e quello del Pd Paolo Giaretta si sarebbero spintonati a vicenda uscendo dall'aula, Gramazio gli avrebbe anche urlato: "Vergogna, 24 dei vostri hanno votato contro l'arresto". A proposito di Papa, Fabrizio Cicchitto ha rilasciato un commento a caldo: "Il parlamento ha scritto una delle pagine più brutte della sua storia. La responsabilità che Pd e Udc si sono caricati è pesantissima. Si tratta di un voto liberticida. Valutazioni politiche più approfondite le faremo nei prossimi giorni".


  PAG. SUCC. >