BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

QUALCOSA DI SINISTRA/ Perché le manette non ci regalano un'Italia migliore?

Un'immagine di Bettino Craxi a Milano (imagoeconomica)Un'immagine di Bettino Craxi a Milano (imagoeconomica)


Perché no, salvo che nella loro attuale numerosità non lavorassero di più, risolvendo problemi in commissione, magari grazie a nuove regole parlamentari in grado di affidare la definizione di piccole questioni appunto al solo e diretto lavoro delle commissioni. Pagarli di meno? Forse, perché no, ma se un bravo professionista – avvocato, medico, notaio che sia – guadagna da privato cittadino sette-ottomila euro al mese, com’è pensabile che abbandoni per cinque anni la propria attività, a rischio di non riuscire più a riattivarla sugli stessi livelli, se non è per lo meno garantito di non dover dimezzare il proprio tenore di vita?

Certo, abbiamo più auto blu che in tutti gli altri Paesi d’Europa, e magari le Pantere della Polizia restano nei garage perché manca la benzina. Bene, dimezziamo le auto blu e i benefit insulsi, di puro status, di questo genere. Ma non sarà l’uso forzato del taxi a trasformare un cattivo politico in un bravo amministratore. Non solo soluzioni, sono punizioni, queste. Si accontenta l’invidia sociale, non si migliora la gestione della cosa pubblica, in questo modo.

La manovra non ha convinto i mercati. Non perché non sia cospicua, ma perché qualitativamente è debole e dilatoria, rinviando comunque agli anni a venire il grosso degli interventi e non sciogliendo nessuno dei tanti nodi cruciali del nostro sistema. Tremonti ha fatto il meglio e il massimo che potesse fare, ma questo meglio e questo massimo erano troppo poco. La casta si sarebbe opposta al di più. E’ questa la sua colpa, non di guadagnare troppo o avere troppe auto blu.

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
23/07/2011 - come al solito si inverte causa effetto... (Marco Panniello)

Le manette, caro autore, non sono altro che la conseguenza logica e inevitabile della condotta delle persone che le subiscono, e non la causa !!!! La vera verita' e' che in Italia, per ora, il popolo ha perso la consapevolezza del suo potere. Mandare a casa la casta e' fattibile e dovra' essere fatto. Sostituendola con "impiegati a breve termine". Mi sembra di rivedere il discorso voti scolastici: se vanno tutti male non e' colpa loro, e' il professore che da' esercizi troppo difficili. Quindi se tutti i politici finiscono in manette, secondo certi benpensanti (quasi sempre con penna in mano e diritto di pubblicazione, guarda un po') e' colpa del giustizialismo-manetteriafacile. Ma che stiamo scherzando? Chi si macchia di furto difficilmente trova lavoro, mentre i politici sembra che piu' sono sporchi + hanno successo. Alla prima dovrebbero essere interdetti da qualunque carica, allora per incanto le manette scompariranno !!!!

 
22/07/2011 - Serve piu sobrietà e decisioni (Giovanni Menegatti)

Sono sempre stato convinto che le manette non servono a niente,i nostri eletti devono rendersi conto che sono rimasti gli unici in Europa ad avere degli assurdi privilegi, dopo essere pagati profumatamente.Una sera hanno fatto vedere in TV la giornata di lavoro di un deputato Svizzero, che al mattino si alzava molto presto dal suo paese, prendeva il treno come qualsiasi dipendente, andava a Berna arrivato alla stazione prendeva la metro e si recava in Parlamento, come qualsiasi dipendente pubblico o privato.Fatta la sua giornata di lavoro al parlamento nello stesso modo ha fatto ritorno alla sua casa, pur essendo pagato molto meno dei nostri, senza il portaborse era molto orgoglioso di servire il proprio paese.Ecco quello che manca ai nostri eletti è l'orgoglio di servire il paese,una volta che sono la si sentono onnipotenti pensano solo a loro stessi.Sono icapaci di prendere decisioni sia quelli di destra che di sinistra, hanno sempre paura di perdere il consenso, se andiamo avanti cosi non si fa mai niente perchè su ogni decisione,cè sempre chi protesta e per paura di perdere voti si preferisce non fare.

 
22/07/2011 - perchè le manette non ci regalano ........... (GIUSEPPE FERRIGNO)

Perchè siamo italiani, la classe diregente è composta da italiani e il DNA è italiano ( siamo affetti dai sette vizi capitali)