BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

LEGGE ANTI-OMOFOBIA/ L'esperto: vi spiego perché il Ddl è inutile e ideologico

Pubblicazione:

Foto Ansa  Foto Ansa

Credo che, anche in questo caso, le pregiudiziali siano determinate da un alto grado di politicità. Gli argomenti sollevati, sul piano della legittimità costituzionale, non mi sembrano particolarmente fondati. Mi persuadono di più sul piano del merito. Ovvero, potrebbero essere adottati come ragioni perché il Parlamento respinga questo provvedimento in quanto inopportuno. E’ necessario, quindi, fare una distinzione: si può ritenere che un disegno di legge sia inopportuno per ragioni che si possono motivare; da qui a dire che, oltre che inopportuno, sia incostituzionale, c’è uno scarto profondo.

 

Veniamo al merito, allora. E’ necessaria una legge del genere?


Non ha molto senso aggiungere ulteriori circostanze aggravanti. Esiste già una norma, l’articolo 61 del Codice penale, che prevede che un fatto che costituisce reato sia aggravato se sorretto da particolari motivi abietti e futili. In questi, a mio avviso, rientra l’aggressione ad una persona in ragione delle sue inclinazioni sessuali. Non mi pare che ci sia un orientamento della giurisprudenza che espressamente escluda l’applicazione di questa aggravante generale a questi casi concreti. L’aggravante di portata generale è suscettibile, quindi, di ricomprendere, interpretata ragionevolmente, anche i comportamenti omofobici. Considererei questa norma inutile dal punto di vista della finalità oggettiva, che è quella di proteggere determinate persone in maniera qualificata con una circostanza aggravante. Viceversa ne vedo la ragione di tipo ideologico.

 

Ovvero?

 

Nel nostro tempo,  nella nostra società, è evidente che l’omofobia è un motivo abietto e futile. Forse, in un’altra cultura, ci sarebbe stato bisogno di introdurre questa aggravanti. Ma nella nostra coscienza sociale, nella mentalità corrente e diffusa, il fatto che un atto di violenza sia commesso contro una persona perché ha determinate caratteristiche sessuali, è percepito da tutti come aggravante abietta e futile.  

 

L’offesa e la violenza per motivi religiosi o razziali sono considerate un attacco alla civiltà stessa; secondo i sostenitori della legge, va intesa analogamente l’ingiuria a sfondo omofobico



< PAG. PREC.   PAG. SUCC. >