BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

PROCESSO LUNGO/ Il sì del Senato con 160 voti a favore

Il Senato ha votato a favore del decreto legge sul processo lungo. Adesso il decreto passa alla Camera. Durissima la reazione dell'opposizione, in particolare quella dell'Idv

Immagine d'archivioImmagine d'archivio

Il voto di fiducia sul decreto legge relativo al processo lungo ha espresso il sì di maggioranza. Sono stati 160 i voti favorevoli, adesso il decreto passa al voto della Camera. L'opposizione attacca, mentre in mattinata l'associazione die magistrati aveva espresso il suo parere altamente sfavorevole sul processo lungo: "Processo lungo significa non arrivare mai a sentenza questo provvedimento è dettato dall'esigenza di risolvere situazioni particolari e non porta ad alcun miglioramento dell'efficienza del processo" ha scritto in una nota Luca Palmara. Prima del voto, l'opposizione più accesa si era avuta da parte dei rappresentanti dell'Italia dei valori che aveva messo diversi cartelli di protesta nell'aula. Luigi Li Gotti, dell'Idv, aveva commentato in modo particolarmente furioso rivolgendosi alla maggioranza: "Siete espressione di un potere arrogante che protegge il capo assoluto. Volgendo le spalle al popolo italiano dovrete scappare cercando di evitare i meritati e sacrosanti calci nel sedere". Nelle dichiarazioni di voto precedenti la votazione stessa, il Terzo Polo aveva dichiarato il suo voto contrario al decreto legge.