BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

MANOVRA FINANZIARIA/ Napolitano vuole altri chiarimenti. Ritirare la salva Fininvest non basta

Napolitano ha fatto sapere che ritirare la norma risponde solo in parte alle osservazioni di natura tecnica e giuridica sollevate dalla presidenza della Repubblica

Foto Ansa Foto Ansa

MANOVRA FINANZIARIA: NAPOLITANO VUOLE CHIARIMENTI - Napolitano vuole dei chiarimenti. E non solo in merito alla norma salva Fininvest ormai ritirata. Il governo, e Berlusconi in primis, pensavano probabilmente che sarebbe bastato eliminare il provvedimento della discordia per guadagnarsi l’avvallo di Napolitano, ma così non è stato. Si trattava di un leggina inserita nella manovra, che con una modifica del codice di procedura civile avrebbe sospeso l’esecutorietà per la condanne in primo grado e in  appello superiori ai 10 e 20 milioni di euro fino alla pronuncia definitiva della Cassazione. Tra i casi contemplati rientrava anche la sentenza sul Lodo Mondadori che obbligava la Fininvest di Berlusconi e risarcire con 750 milioni di euro la Cir di De Benedetti.

Berlusconi, dato che la norma ha scatenato polemiche anche in seno alla sua stessa maggioranza, dove i più erano ignari della sua esistenza, ha deciso di ritirarla, quindi, dicendosi convinto dell’assoluzione in Appello. Ebbene: Napolitano ha fatto sapere che l’azione di Berlusconi risponde solamente in parte alle osservazioni sollevate dalla presidenza della Repubblica. Osservazioni che riguardano criticità di natura tecnica e giuridica, problemi di tempi di attuazione, incongruenze e incoerenze.