BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

P4/ Il Gip: Milanese pagava la casa romana di Tremonti

Il ministro Giulio Tremonti utilizzerebbe, a Roma, un appartamento di proprietà del Pio Sodalizio dei Piceni, affittato dall’ente all’onorevole  Marco Milanese a 8.500 euro al mese

Foto AnsaFoto Ansa

Il ministro Giulio Tremonti utilizzerebbe, a Roma, un appartamento di proprietà del Pio Sodalizio dei Piceni, affittato dall’ente all’onorevole  Marco Milanese a 8.500 euro al mese. Si apprende dall’ordinanza scritta dal Gip di Napoli Amelia Primavera, in merito all’arresto di Milanese, fino al 28 giugno consigliere politico del ministro e indagato per corruzione, rivelazione di segreto d’ufficio e associazione per delinquere. Secondo il gip tra i due ci sono rapporti «assolutamente poco chiari». Il Gip, sottolineando come l’affitto sia molto caro, e che Milanese avrebbe già versato circa 100mila euro, ha fatto presente che da Tremonti non avrebbe mai versato alcuna cifra a Milanese a titolo di rimborso. Rispetto ad un assegno versato dal ministro a Milanese nel 2008, «attiene evidentemente ad altra partita economica tra i due, essendo isolato nel tempo» e dal momento, continua il Gip, che è stato emesso «un anno prima della nascita del rapporto contrattuale con il Pio Sodalizio dei Piceni». Vi sarebbe in sostanza, secondo il gip, il rischio di inquinamento delle prove, dal momento che benché Milanese si sia dimesso, rimane «uno stretto ed attuale rapporto fiduciario tra i due esponenti politici che prescinde, evidentemente, dal ruolo istituzionale rivestito dal Milanese».Ha detta del gip, poi, sarebbe chiaro come l’ex consigliere abbia potuto, nella sua veste, promettere ed, in seguito, assicurare incarichi e nomine ad alcune partecipate del ministero, ricevendone come contropartita denaro e diverse utilità.