BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LODO MONDADORI/ Alfano, Berlusconi continuerà a governare serenamente

Nonostante la batosta, il premier Berlusconi sarebbe abbastanza sereno per continuare a governare. E’ quanto si apprende dal ministro della Giustizia Angelino Alfano

Foto Ansa Foto Ansa

Nonostante la batosta, il premier Berlusconi sarebbe abbastanza sereno per continuare a governare. E’ quanto si apprende dal ministro della Giustizia Angelino Alfano, che è intervenuto in merito alla decisione della Corte di Appello di confermare la condanna per Fininvest a risarcire Cir con 560 milioni di euro, pena ridotta di circa un quarto rispetto alla precedente di 750 milioni. «Siamo certi che questo episodio non toglierà al Premier la serenità necessaria per governare, come ha sempre fatto, nell'interesse esclusivo dell'Italia e degli italiani», ha dichiarato il neosegretario del Pdl spiegando che il partito «è al fianco del presidente Silvio Berlusconi con determinazione e con affetto e sottolinea che si tratta di una decisione che, per essere definitiva, dovrà certamente avere il vaglio di altri giudici».

A quanto rivelano le agenzie, in ogni caso, al di là delle affermazioni di Alfano, chi ha sentito il presidente del Consiglio in privato ha detto di averlo trovato furente per la sentenza. «Vogliono farmi fuori sono sotto attacco ma non mi lascio intimidire, io non mollo. Ho il dovere di governare».


COMMENTI
10/07/2011 - Bisognerà riscrivere i Codici (Franco Labella)

Ed almeno il fastidio di spiegarlo agli studenti italiani che non studiano più il Diritto, grazie al giovane Ministro Gelmini, ce lo siamo evitato. Quindi se pago il giudice Vittorio Metta è una accorta mossa imprenditoriale. Se sono condannato a pagare il relativo risarcimento di danni al danneggiato (De Benedetti) dalla sentenza del giudice pagato (Metta) è un "forsennato attacco" all'imprenditore accorto di prima. Potenza dell'imprenditoria non giovanile italiana. E meno male che, come ho scritto, non bisogna più spiegarlo agli studenti italiani questo problematico Diritto e quest'ancor più problematica Economia. Grazie Ministro Gelmini, magari futuro Ministro della Giustizia e preparata, perciò, alla riscrittura dei Codici. Franco Labella - Coordinamento nazionale dei docenti di Diritto e Economia.