BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI/ Pensioni, patrimoniale e costi della politica: il governo studia ancora l’anticipo del pareggio di bilancio

Pubblicazione:mercoledì 10 agosto 2011 - Ultimo aggiornamento:mercoledì 10 agosto 2011, 10.50

Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti (Foto Imagoeconomica) Silvio Berlusconi e Giulio Tremonti (Foto Imagoeconomica)

Molto comunque si punta sulla delega alla riforma fiscale e assistenziale, che dovrebbe portare a un aumento delle imposte sulle rendite finanziarie, anch’esse gradite ai sindacati. Il governo dovrà poi decidere a quanto far ammontare l’anticipo del pareggio di bilancio sul 2012. Se la cifra minima sembra essere di 20 miliardi di euro, considerando anche i 5,5 già previsti e un eventuale irrobustimento, si potrebbe facilmente arrivare sopra quota 30 miliardi.



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.