BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

CRISI/ Berlusconi: sì alla tassa di solidarietà. Alle 19 il Cdm

Pubblicazione:

Tremonti e Berlusconi (Imagoeconomica)  Tremonti e Berlusconi (Imagoeconomica)

Il Consiglio dei ministri è stato fissato per questa sera alle 19. Sul tavolo il decreto per l'anticipo del pareggio di bilancio dal 2014 al 2013.
Il Cdm, inizialmente fissato per il 18 agosto, è stato perciò anticipato a prima della pausa di Ferragosto. Una decisione presa ieri al termine di una giornata molto intensa iniziata con l'audizione a Montecitorio del ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, di fronte alle Commissioni parlamentari riunite di Camera e Senato. In serata al Quirinale il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, rientrato anticipatamente dalle vacanze, ha voluto ricevere il governo (il Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, e il ministro Tremonti) e l'opposizione (il segretario del Pd, Pier Luigi Bersani, e il presidente dell'Udc, Pier Ferdinando Casini).
I colloqui con il Capo dello Stato sono ripresi questa mattina a partire dal segretario del Pdl, Angelino Alfano (leggi l'intervista de IlSussidiario.net a questo link). Atteso anche il Presidente della Camera, Gianfranco Fini.
Sembra comunque sfumato un intervento massiccio sulle pensioni, anche se non si può escludere un'accelerazione per fermare i pensionamenti anticipati. Si continua a parlare invece di un "contributo di solidarietà" a carico del ceto medio-alto, come ha confermato il premier Berlusconi. Il capitolo "tagli alla politica" dovrebbe prevedere un ridimensionamento delle spese dei ministeri. Dopodiché liberalizzazioni e privatizzazioni, accorpamento sulla domenica delle festività non religiose e nuovo impulso alla lotta contro l'evasione.


  PAG. SUCC. >