BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MANOVRA/ Le reazioni dell’Italia dei Valori (Idv) al dl di Tremonti

La reazione dell’Italia dei Valori alla manovra che il Consiglio dei ministri ha approvato ieri sera hanno stupito molti commentatori politici. Scopriamo perché

Antonio Di Pietro (Foto Ansa)Antonio Di Pietro (Foto Ansa)

La reazione dell’Italia dei Valori alla manovra che il Consiglio dei ministri ha approvato ieri sera hanno stupito molti commentatori politici. Antonio Di Pietro, infatti ha evidenziato che nel decreto legge ci sono “luci e ombre”, non bocciando quindi del tutto i provvedimenti. Il leader dell’Idv ha quindi spiegato che data la situazione in cui versa l’Italia, il suo partito farà la sua parte, consapevole che non potrà sempre dire no a ogni proposta, dato che in gioco c’è la sopravvivenza del Paese.

In ogni caso cercherà di apportare le modifiche necessarie durante l’iter parlamentare, anche se alcune proposte sono giudicate positivamente: il taglio di provincie, comuni e consiglieri regionali, il contributo di solidarietà sui redditi alti e l’aumento della tassazione delle rendite finanziarie. Quel che non va invece bene è il taglio ai trasferimenti agli enti locali.

Il presidente dei senatori dell’Idv, Felice Belisario, ha invece sottolineato le divisioni in seno al governo, dato che la Lega si è opposta a interventi sulle pensioni e che Berlusconi ha dovuto digerire il contributo di solidarietà voluto da Tremonti. Senza dimenticare che esponenti del Pdl, come Formigoni e Alemanno hanno protestato per i tagli ai trasferimenti agli enti locali.