BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

MANOVRA/ Ecco cos’è la “Robin Hood Tax”, Tremonti parte con l'energia

Pubblicazione:

Berlusconi e Tremonti  Berlusconi e Tremonti

Essa è, in origine, una serie di imposte sulle transazioni finanziarie proposto da un gruppo di organizzazioni civili non governative, che hanno istituito una campagna per lanciare questo tipo di tassazione finanziaria. Alla società civile si sono affiancati anche economisti e politici e diverse organizzazioni, a partire dal Regno Unito, poi in tutto il mondo. Il volume delle transazioni finanziarie scambiato ogni giorno nel mondo, tra banche, fondi di investimento ed istituzioni finanziarie, è esploso negli ultimi anni, venendo a superare il Pil globale. Da qui l’idea di fondo proposta dai fautori della Robin Hood Tax di tassare le transazioni finanziarie (non solo le transazioni valutarie, ma anche altri tipi di operazioni finanziarie) per venire incontro agli interessi pubblici globali, garantendo a tutta la popolazione la salute, l’istruzione ecc.
Il ministro dell’Economia Tremonti nel 2008 ha proposto un tipo particolare di Robin Hood Tax, sui profitti delle compagnie energetiche. Tremonti ha preso a prestito la definizione della tassa, in quanto mirava ai ricchi per ottenere benefici per i cittadini più poveri, anche se, a differenza della Robin Hood Tax originale essa non era mirata alle transazioni finanziarie, né si trattava di una tassa globale o rivolta alle banche.
 



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.