BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

QUOTE ROSA/ Mangiameli: Ineccepibile la sentenza che azzera la giunta Cappellacci

Ugo CappellacciUgo Cappellacci

Mangiameli quindi conclude: «Da questo dato di fatto, che risulta dalle nomine, il precetto costituzionale si deve considerare infatti certamente violato». E del resto, per l’esperto è indubbio che non si tratti soltanto di un problema formale, ma anche sostanziale: «Se uno deve dare un giudizio sulla pari opportunità, le norme che la promuovono sono il sintomo più evidente della disparità di trattamento tra i sessi. E d’altra parte, proprio perché c’è questa disparità di trattamenti, si giustificano le norme derogatorie che prevedono le quote. Perché altrimenti questa condizione strutturale di disparità non verrebbe mai né affrontata né messa in discussione per essere superata. E’ chiaro che questa è una prospettiva nuova dell’uguaglianza tra i sessi, che la Costituzione ha sposato con quelle due norme, riprendendo dal diritto costituzionale americano il principio delle cosiddette azioni positive».

 

(Pietro Vernizzi)

© Riproduzione Riservata.