BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

MANOVRA/ Italia "commissariata", Berlusconi fa dietrofront

Foto AnsaFoto Ansa

Credo che ci saranno entrambe le cose. C’è poi un grande problema: è facile enunciare la necessità di tenere assieme il massimo del rigore e le esigenze della crescita. Farlo davvero però è come passare dalla cruna di un ago. C’è però un’evidenza che è impossibile non notare: sul piano fiscale, anche nell’ipotesi in cui si introducesse la patrimoniale, lo Stato non farà altro che continuare a colpire la platea dei soliti noti. Mentre c’è una dimensione dell’evasione fiscale spaventosa e che non ha riscontro in altri Paesi europei.

 

Si è visto però come sia debole la volontà di tagliare gli sprechi. Basti pensare come è andata con l’abolizione delle Province…

 

L’abolizione delle Province andava fatta, ed è stato incredibile che il voto del Pd alla Camera abbia contribuito a non farla. L’abolizione delle Province è infatti una cosa che ha un evidente valore simbolico, e i simboli in economia e in politica contano moltissimo. Poi le Province hanno anche delle competenze, e bisognerà passarle quindi a Regioni e Comuni, che di conseguenza avranno bisogno di più fondi. Più in generale, non credo che per quanto la politica sia costosa, e spesso inutilmente costosa, tagliarla possa garantire ingenti risparmi ai conti pubblici. Anche se avrebbe un valore fondamentale perché non si può chiedere alla gente di pagare ticket e tasse, vedersi ridotti i servizi e andare in pensione più tardi, e poi non toccare i propri privilegi di casta. Non si può parlare di lacrime e sangue e poi tuffarsi in piscina e uscire bevendo champagne. Quanto sta avvenendo è la testimonianza del disastro della politica italiana, che per l’opinione pubblica costa e non produce nulla, ma serve solo alla sua autoconservazione e autoriproduzione. Ed è una percezione molto pericolosa, perché se si estende chiama in causa quel minimo di tessuto democratico che c’è nel Paese.

 

Raggiungere il pareggio di bilancio adottando misure impopolari, porterà inevitabilmente il centrodestra a perdere le prossime elezioni?