BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

DOWNGRADE ITALIA/ 2. Pasquino: un "certificato di morte" per Bersani e il governo

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica


Penso proprio di sì. Dal centrosinistra c’è arrivata soltanto la cartolina di Vasto con Bersani, Di Pietro e Vendola. Qualcuno però gli dica che anche uniti non hanno i voti per governare.

La finanza internazionale secondo lei gradirebbe un governo tecnico o una maggioranza diversa?

Questi soggetti non esprimono un gradimento, si limitano soltanto a dare un punteggio. Detto questo, è ovvio che i nostri interlocutori internazionali preferirebbero un primo ministro che sappia interloquire in maniera nobile con i suoi colleghi e che non dica di governare a tempo perso…

Dobbiamo comunque considerarci un paese commissariato?

Magari lo fossimo.

Cosa intende dire?

Che avrei in mente un bel terzetto di commissari: Schroeder, Blair e Dominique Strauss-Kahn. Sono socialisti, sanno fare i conti, vincere le elezioni e pure governare.

E l’Italia, non ha il suo Tony Blair?

No, purtroppo chi poteva diventare socialdemocratico ha avuto la sciagurata idea di costruire il Partito Democratico. Per il resto l’uomo migliore del Paese sta per andare alla Banca centrale europea dove rischia di non poter più comprare obbligazioni e titoli di stato italiani.

Nemmeno lei perciò si attende un “colpo d’ala” della sinistra?

L’unico possibile è che se ne vadano tutti quei dirigenti che hanno impedito a questo paese di avere un partito socialdemocratico. Per il resto ogni altra mossa mi sembra davvero difficile. Servirebbe uno schieramento più largo, ma Casini non sembra disponibile, Rutelli va per conto suo e Fini vuole rifare la destra.
Purtroppo l’unico vero socialdemocratico sta facendo il Presidente della Repubblica. E c’è troppo bisogno di lui al Quirinale per spostarlo da lì...

(Carlo Melato)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
22/09/2011 - COMMISSARIAMENTO? (Alessandro Galimberti)

Quella del commissariamento è da sempre la "mia" soluzione per uscire da questa crisi politica, morale, generazionale. Ho scoperto che la pensano cosí in molti. Non condivido alcune delle risposte di Pasquino, ma mi piace molto la proposta dei nomi dei commissari. Penso che in tre anni di commissariamento questi trasformerebbero l'Italia dotandola delle infrastrutture politiche ed economiche in grado di valorizzare il millenario genio italico... Ci sono possibilità giuridiche che si realizzi un commissariamento di questo genere? Come possiamo favorirlo noi cittadini?