BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

SCENARIO/ Sapelli: c’è chi vuole l’Italia in crisi per fare un governo tecnico

Silvio Berlusconi (Imagoeconomica)Silvio Berlusconi (Imagoeconomica)

Di un governo tecnico che ha svenduto il nostro potenziale industriale e aumentato il carico fiscale, aprendo un ciclo non virtuoso e minando le basi della crescita. Diciamo pure che Ciampi sta all’Italia come Eltsin sta alla Russia. Senza nulla togliere, sia chiaro, a persone di grande coraggio e integrità che ne hanno fatto parte. Va anche detto che negli anni successivi centrodestra e centrosinistra non hanno combinato assolutamente nulla.

I guai del Pd fanno parte della strategia di «sgretolamento» dei partiti?

A mio avviso, sì. Non si tratta di assolvere Penati, però non è un caso secondo me che quella vicenda venga fuori adesso.

È una manovra ad orologeria anche la vicenda Tarantini che inguaia Berlusconi?

Quello mi pare semplicemente l’ennesimo capitolo di un tentativo che dura dal ’94. Da quelle parti non c’è solo Tarantini; non faccio nomi, ma c’è un altro protagonista della vita politica di quelle terre che viene minacciato.

Dunque si lavora per far dimettere Berlusconi. Vada avanti, professore.

Non è un copione difficile da immaginare. Il governo, logorato, si dimette. A quel punto il Capo dello Stato convoca un governo di salute pubblica, che si fa senza elezioni, perché non si possono fare le elezioni in un momento di crisi, no?, e si incarica un tecnico esponente del grande oligopolio finanziario. Ma hanno fatto male i conti, perché siamo ancora una repubblica parlamentare con un presidente intenzionato a fare il garante della Costituzione.

Qual è l’asso nella manica di chi auspica un governo tecnico?

Il vuoto terribile che c’è nella politica. Vedo il rischio di una inesorabile decadenza parlamentare. Bisogna stare molto attenti, perché non è detto che l’essere in Europa garantisca la democrazia: ci sono tante forme di sottrazione della democrazia che possono avvenire in modo strisciante. Siamo davvero in una situazione molto triste e molto complicata, e non c’è da essere ottimisti.

(Federico Ferraù)

© Riproduzione Riservata.

COMMENTI
06/09/2011 - e chi ha iniziato il risanamento dei conti? (Enrico Quaini)

Vorrei solo ricordare al professor Sapelli che il risanamento dei conti pubblici è iniziato nel "drammatico" 1992 con il governo Amato, con il governo Ciampi (appunto!) e con Dini. Il breve primo governo Berlusconi ha interrotto il processo che poi ha ripreso con Prodi, ed ha portato all'ingresso dell'Italia nell'euro. E' solo sotto l'"imposizione" dell'Europa che l'Italia fa quello che deve fare (vero, Professor Pelanda?).

 
06/09/2011 - governo tecnico (maria schepis)

Le opinioni del Prof. Sapelli sono perfettamente condivisibili e ciò le rende ancora più inquietanti. Il momento è durissimo e sulle nostre teste s'intrecciano grossi interessi internazionali. La riforma confusa e affrettata che si sta mettendo in atto evidenzia come non ci sia alcuna intenzione di toccare i mega capitali e s'insiste su suluzioni mediocri che colpiscono le categorie socialmente più deboli, le donne e i consumatori (a questo punto solo di generi di prima necessità). Il governo tecnico di cui si discute certo non nascerebbe per traghettare l'Italia in un approdo più tranquillo, dove trovare giustizia, lavoro ed equità fiscale, ma solo per garantire la stabilità monetaria richiesta dalle banche internazionali, vere fautrici dell'Unione Europea, sorta solo con questo intendimento e non, certamente, per fare da contraltare politico alle grandi super potenze (quali sono rimaste?) e neanche per contrastare l'avanzata economica delle "tigri asiatiche". Insomma Italia ed Europa ad appannaggio dei più forti. A proposito di forti, qualcuno mi sa spiegare se anche i santi hanno "Santi" in Paradiso? Sono scomparse le festività dei santi patroni ma San Pietro e Paolo resistono. Forse perché il Parlamento ha sede a Roma e ai nostri parlamentari, tanto affaticati, necessita un altro giorno di vacanza? Mi va di scherzare, tasseranno anche questo?