BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ 2. Ecco chi è l’"outsider" che può salvare il Pd

Pubblicazione:

Pierluigi Bersani e Nichi Vendola (Ansa)  Pierluigi Bersani e Nichi Vendola (Ansa)

Le due grandi costruzioni politiche di tre anni fa sono in grandi difficoltà. Quelle del Pdl si vedono ad occhio nudo. Quelle del Pd dipendono dal fatto che stanno venendo meno tutti i capisaldi sui quali era stato costruito. Ad esempio la componente che fa campo a Fioroni si sta muovendo con grande autonomia, e guarda da tempo con interesse alle forze cattoliche. Gli annunci di Profumo e Montezemolo, poi, fanno capire che è venuta meno la grande ambizione del Pd di rappresentare il punto di unione tra il tradizionale centrosinistra e la grande borghesia del Nord che, probabilmente, sta decidendo di fare un partito proprio.

 

Sia il Pdl che il Pd risultano drasticamente indeboliti. Cosa devono fare per riprendesi anche loro dalle rispettive crisi interne?

 

Ciascuno schieramento, oggi, va misurato dalla capacità di indicare alleanze larghe e personalità fuori dai giochi che possano dare un segnale di stabilità alla paura degli italiani.

 

Chi, per esempio?

 

Al momento, l’unico nome sul quale si sta realmente puntando è quello di Mario Monti. 

 

(Paolo Nessi)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
07/09/2011 - il Grande Burocrate (Fabrizio Terruzzi)

"l’unico nome sul quale si sta realmente puntando è quello di Mario Monti". Non sarà affatto facile perchè Monti ha dimostrato di mancare di coraggio e ambizione per ruoli di notevole responsabilità e complessità, politicamente esposti (ha sempre aspirato, a me pare, a fare il Grande Burocrate e niente di più). Ma se il Pd ci riuscirà vincerà le elezioni. Sarei il primo a votarlo.