BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

SCENARIO/ Letta: subito un tavolo col Pdl per cambiare la legge elettorale

Pubblicazione:

Enrico Letta (Imagoeconomica)  Enrico Letta (Imagoeconomica)

È presto per dirlo, ma una delle cause del crollo di credibilità che ha subito il Parlamento è il fatto che i cittadini non riconoscono nei parlamentari dei soggetti che hanno eletto. E questo ha creato gravi danni all’Italia.
I partiti della maggioranza dovrebbero costituire un Forum molto rapidamente per individuare una legge elettorale che ridia all'elettore la forza e la possibilità di scegliere i propri rappresentanti e che, allo stesso tempo, garantisca l’efficienza del sistema.
Il bipolarismo è stata una conquista positiva, ma quello fondato sulle estreme, che abbiamo conosciuto in questi anni, non ha funzionato. Da queste necessità dobbiamo ripartire.

Al di là dei richiami alla responsabilità, non pensa però che il suo partito andrà in sofferenza sostenendo l’attuale esecutivo, a cominciare proprio dal tema del lavoro?


Assolutamente no, il governo affronterà questo tema con l’obiettivo di cercare nuove strade per creare lavoro. Sono ottimista. Ci saranno dei passi avanti positivi, non delle battaglie di retroguardia.

Le proposte di Pietro Ichino sulla flexicurity però verranno accantonate?

Noi siamo un partito che guarda strutturalmente alla concertazione come metodo e merito delle questioni e stiamo seguendo con grande attenzione la discussione in corso tra governo e parti sociali.
Domani affronteremo internamente il tema, trovando le giuste sintesi al di fuori di ogni personalizzazione. Penso comunque che in un quadro politico in rapida evoluzione il Pd stia svolgendo il suo ruolo ancorandosi profondamente ai principi della responsabilità e dell’attenzione al disagio sociale che c’è nel Paese.

Da ultimo, terminata la stagione di Monti cosa non potrà essere uguale a prima nella politica italiana?

Il dopo Monti trascinerà via con sé la politica incompetente, la politica urlata che ha coperto per anni la propria mancanza di ragioni con l'insulto e, soprattutto, quella delle alleanze in stile armata Brancaleone…

(Carlo Melato)



© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
11/01/2012 - idee democratiche? (francesco taddei)

allora: se i cittadini vogliono una legge elettorale come dicono loro i politici la devono cambiare prima e a loro comodo. la politica è lo zimbello del paese? certo quando si recapitano certe letterine....vero letta?