BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

SCENARIO/ Zanon (Csm): il problema giustizia non è un affare per "tecnici"

Fonte: Fotolia Fonte: Fotolia

Oggi molto più di prima, c'è un grande cambiamento di mentalità all'interno della magistratura. C'è la voglia di assicurare processi in tempi giusti, quindi l'importanza dell'efficienza di tutto l'apparato giudiziario. Non è un salto di mentalità che è stato semplice, ma è stato fatto.
E oggi, in piena crisi economica, con pochi soldi a disposizione, anche i magistrati hanno la consapevolezza che si debba coniugare efficienza con pochi mezzi.

Ma da questo governo voi sperate di avere risposte anche ai grandi tempi della giustizia italiana?

Al momento non è possibile, per la natura stessa di questo governo. I punti cruciali dell'ordinamento giuridico dovranno essere ripresi, dibattuti e poi risolti, ma in ben altre circostanze e con governi differenti. Al momento pare importante una fotografia adeguata, una relazione puntigliosa, alcuni interventi di carattere organizzativo e quindi l'esigenza di far funzionare il meglio possibile, con questa condizioni, la macchina della giustizia.

(Gianluigi Da Rold)

© Riproduzione Riservata.