BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

LEGGE ELETTORALE/ Caro Panebianco, la nostalgia del proporzionale non è fuori luogo

Foto Imagoeconomica Foto Imagoeconomica

Costringendo i partiti a stare all’interno di una colazione, questi accetteranno, pur di aver qualche chance di governare. Ma manifesteranno concordia solamente fino al momento delle elezioni. Poi, come è accaduto negli ultimi governi, renderanno impossibile l'azione dell'esecutivo. In Germania il problema non esiste.

Cosa accade in Germania?

Ogni partito corre da solo. E non si abbassa la soglia di sbarramento a quello che decide di collocarsi in una coalizione. Devono tutti raggiungere il 5%. Se ci riescono, partecipano alla distribuzione dei seggi, altrimenti, vanno a casa. La coalizione alla quale prenderanno parte, inoltre, nel sistema tedesco, viene dichiarata;  ma in via del tutto convenzionale, prima delle elezioni. Ci sono state, cioè, delle volte in cui non è stata dichiarata.

Panebianco sostiene che il sistema vigente, per lo meno, è in grado di inglobare al’interno delle coalizioni i partiti estremisti, rendendoli, di fatto, inoffensivi; il proporzionale, invece, li esclude dal governo. Siccome, tuttavia, in Italia gli estremisti sono tanti, i partiti dei moderati non disporrebbero delle forza sufficiente per governare, salvo i soliti accordi parlamentari.

In realtà, se osserviamo le dinamiche del primo governo Berlusconi e del secondo governo Prodi, ci rendiamo conto che è vero il contrario. I partiti estremisti, infatti, dopo aver sottoscritto il programma, ed essersi fatti inglobare dalla coalizione, una volta in Parlamento hanno avuto bisogno di operare in modo da distinguere la loro posizione all’interno della colazione di governo, per conservare il marginale consenso che avevano ottenuto. Il che ha sempre indebolito l'azione dell'esecutivo.  

Resta il problema degli estremisti che, senza rappresentanza parlamentare, potrebbero deflagrare in seno alla società

E’ sufficiente che la clausola di sbarramento sia ragionevole. Una volta entrati in Parlamento, del resto, non avranno più interesse a condurre una politica estremista; dovranno, infatti, pur sempre ottenere gli stessi consensi che hanno gli altri partiti.   

Quale sarebbe il sistema più adatto alla situazione politica italiana?