BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |

Politica

LEGA NORD/ Pagliarini: neanche Maroni può far rivivere la vecchia Lega

Umberto Bossi (Imagoeconomica) Umberto Bossi (Imagoeconomica)

E cosa sarebbe cambiato? «Una volta sarebbe stato impossibile anche solo pensare a maroniani, cerchi magici, e correnti. Le lotte di potere non potevano esistere in natura, perché volevamo tutti la stessa cosa. E i conflitti si risolvevano con un bicchiere di vino, Pin Pin Cavalin sota al pè del taulin o un pari e dispari. Se oggi c’è guerra, significa che non c’è più comunione di intenti, anche se secondo me il peccato originale è l’alleanza contro natura con Berlusconi». Maroni dice di voler tornare alla Lega delle origini. La sua guida potrebbe convincere quelli che come lei durante gli anni si sono allontanati? «Intanto, vedere Bossi dover star dietro a queste cose mi sembra disumano, una vera crudeltà. Mi si stringe il cuore, è evidente che è in difficoltà, visto anche la malattia che lo ha colpito. Ha messo in piedi un movimento da zero e bisogna dargliene atto, ma adesso dovrebbe fare il “padre nobile”. Per quanto riguarda Maroni invece sta dicendo le cose che diceva Pagliarini tanti anni fa. Il problema è: cosa ha fatto lui in tutti questi anni? No, no, per chi dalla Lega è uscito con dolore, anche Roberto Maroni non ha più nessuna credibilità».

© Riproduzione Riservata.