BENVENUTO   |   Login   |   Registrati   |
Imposta Come Homepage   |   Ricerca Avanzata  CERCA  

BAGNASCO/ Così la Chiesa scende in "politica" a sfidare i tecnocrati

Pubblicazione: - Ultimo aggiornamento:

Il Card. Bagnasco (Foto: Infophoto)  Il Card. Bagnasco (Foto: Infophoto)

Lo stesso governo Monti - “un esecutivo di buona volontà” - nonostante originato dalla debolezza della politica, non si può dire sia autonomo dalla politica, anzi. L'esecutivo Monti vive grazie al ruolo fondamentale dei partiti. “Per questo è irrinunciabile che tutti si impegnino a fare la propria parte, in ordine a riforme rinviate per troppo tempo tanto da trovarsi ora in una condizione di emergenza”. Il richiamo è alla responsabilità e al bene comune. Bisogna combattere l'evasione, le ingiustizie, le sacche di privilegio. 
I politici per primi dovranno dare l'esempio rinunciando ai cumuli di cariche e prebende mentre la Chiesa, con l'Ici, non dovrà più “coprire auto esenzioni improprie”. Evadere le tasse è peccato e “per un soggetto religioso questo è ancora di più motivo di scandalo”. Insomma, ognuno dovrà fare la sua parte con senso di responsabilità e amore. Forse parole antiche ma sempre attuali e urgenti, “che fanno parte dell'uomo stesso e del suo destino, torneranno a fare capolino nella vita politica”. Bagnasco le ha elencate minuziosamente: vita, famiglia, lavoro, partecipazione, libertà, relazione, rappresentanza. Come dargli torto?

 

(Franca Giansoldati)

< br/>
© Riproduzione Riservata.

< PAG. PREC.  


COMMENTI
24/01/2012 - Cattolici & Politica.... (ivan simeone)

Perchè le riflessioni della Chiesa e l'insegnamento del Magistero sociale non riescono a divenire prassi politica ma solo tematiche da convegno ? Non è forse giunto il momento che, noi cattolici, cominciassimo a ragionare in modo diverso, dandoci concretamente da fare nel politico ? Senza clericalismi ma con fedeltà al Magistero ?

 
24/01/2012 - Al Presidente della Cei grazie di cuore (claudia mazzola)

Si può dire "grande" ad un Cardinale? Mi ha tirato su. Quando ascolto il governo invece mi cadono le braccia...